Una particolare attenzione di Papa Francesco all’Asia nel Concistoro dell’estate 2022

Facebook Alle 16,00 del 27 agosto  Papa Francesco ha aperto un insolito – per la stagione- Concistoro che, però, sembra quasi un pre-Conclave. La parola Concistoro viene dal lat. tardo consistorium (der. di consistĕre «fermarsi»), che in un primo tempo significò «sala d’aspetto», poi, nel tardo Impero, «Consiglio dell’imperatore». Quella di oggi in Vaticano è l’Adunanza solenne dei cardinali presenti a Roma, convocati dal papa come suo Consiglio e sarà dedicata soprattutto alla nomina di nuovi cardinali e alle canonizzazioni.  Saranno Venti i nuovi porporati e due le canonizzazioni: quella del fondatore degli scalabriniani, Giovanni Battista Scalabrini, e quella del laico salesiano, Artemide Zatti.  Per le nomine dei nuovi Cardinali una particolare attenzione Papa Francesco l’ha riservata all’Asia con cardinali provenienti da India, Corea del Sud e da tre nuovi Paesi: Mongolia,Singapore e Timor Est. S.E.R. Mons. Filipe Neri António Sebastião do Rosário Ferrão – Arcivescovo di Goa e Damão (India). S.E.R. Mons. Virgilio Do Carmo Da Silva, S.D.B. – Arcivescovo di Dili (Timor Orientale). S.E.R. Mons. Anthony Poola – Arcivescovo di Hyderabad (India). S.E.R. Mons. William Goh Seng Chye Goh – Arcivescovo di Singapore (Singapore). S.E.R. Mons. Giorgio Marengo, I.M.C. – Prefetto Apostolico di Ulaanbaatar (Mongolia). S.E.R. Mons. Lazzaro You Heung-sik – Prefetto della Congregazione per il Clero. CarloMarino #carlomarinoeuropeannewsagency