Crea sito

Ventisette startup italiane in missione lungo la Via della Seta

Dal 13 al 18 aprile 2019, 27 startup appartenenti ai settori della manifattura avanzata, dell’intelligenza artificiale e dell’economia digitale hanno visitato le aree più avanzate della Cina Sud-orientale, prima Shenzhen, poi Zhuhai, Xiamen, Hangzhou e Suzhou. Molte di esse rappresentano i poli principali della cosiddetta Greater Bay area (Gba), che entro il 2035 dovrà diventare il baricentro dell’innovazione mondiale. Varato lo scorso 18 febbraio dal Governo cinese il piano di sviluppo della Gba ha come obiettivo la trasformazione di tale area nella prima regione al mondo per brevetti tecnologici, investimenti in imprese innovative, digitalizzazione. La Best Startup Showcase – Entrepreneurship Competition è parte della Settimana Italia-Cina dell’Innovazione che, nata nel 2010, celebrerà a Pechino il prossimo autunno il suo 10° anniversario. Per la sua continuità nel tempo, il programma di cooperazione coordinata da Città della Scienza di Napoli, rappresenta la più importante piattaforma nazionale di scambio e cooperazione tra startup, incubatori, acceleratori, maker space, venture capital, rilevanti industrie dei due Paesi. La missione ha avuto inizio da Shenzhen, ex villaggio di pescatori diventato uno dei principali hub di innovazione tecnologica al mondo. Si tratta della prima missione cinese delle startup selezionate dalla Best Startup Showcase – Entrepreneurship Competition nell’ambito della Settimana Italia-Cina dell’Innovazione, della Scienza e della Tecnologia lo scorso dicembre. Delle 90 imprese ammesse al programma di internazionalizzazione sono state 27 quelle che hanno preso parte al primo dei tour programmati nei più attrattivi distretti dell’innovazione del Paese asiatico. Ogni missione sarà tematizzata su uno i più settori specifici e vedrà coinvolte le startup specializzate in quel settore. Le missioni fanno parte di un percorso di selezione progressiva che prevede benefit e incentivi economici crescenti fino alla premiazione finale di tre startup che verrà realizzata il prossimo autunno a Pechino, nel contesto dell’edizione 2019 della Settimana Italia-Cina dell’Innovazione. Il programma ha previsto la presentazione delle startup a investitori e venture capital, e la visita a incubatori, parchi scientifici e nuove aree di sviluppo economico. Tra gli appuntamenti più significativi quelli a TusStart, l’incubatore della Tshinghua University a Shenzhen, e presso le sedi dei di colossi dell’economia come Tencent, Huawei e Alibaba. Per parte italiana, l’iniziativa è promossa dal Ministero dell’Istruzione e della Ricerca in sinergia con il Ministero degli Affari Esteri e il Ministero dello Sviluppo Economico, ed è coordinata da Città della Scienza e Campania NewSteel – incubatore certificato – in collaborazione con Italia Startup, PNI Cube, Confindustria e la rete dei soggetti che hanno aderito alla China-Italy Innovation Etrepreneurship Alliance. La missione è stata organizzata d’intesa con il Ministero della Scienza e della tecnologia cinese e in collaborazione con l’International Technology Transfer Network – ITTN. Lo scopo del programma di cooperazione è favorire le partnership tra Enti di Ricerca ricerca, creare un effettivo ecosistema sino-italiano per la creazione di impresa, favorire processi bilaterali di attrazione e internazionalizzazione delle più promettenti startup, supportandone il reciproco accesso al mercato e alla finanza di rischio, attraverso servizi altamente qualificati; promuovere la collaborazione tra poli industriali hi-tech di eccellenza dei due Paesi. Carlo Marino #carlomarinoeuropeannewsagency

Esperto in relazioni internazionali. Giornalista della European News Agency (Germania), corrispondente da Roma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.